Edilizia

Dopo i primi anni di attività la CTM era divenuta una vera e propria azienda con attrezzature di vario tipo, dei capannoni per l'espletamento delle operazioni di trasformazione del legname, un officina per uso proprio di tutto rispetto, degli uffici per amministrazione e gestione in toto della ditta e dei grandi piazzali per lo stoccaggio/allestimento del legname grezzo e lavorato.

Era cresciuta, chiaramente, anche la professionalità di tutti quelli che componevano la pianta organica dell'azienda e lavorare alla CTM non veniva più considerato un ripiego.

Da qui, la CTM decise di dedicarsi anche ad altre attività pensando che il settore del legno potesse prima o poi entrare in crisi ed avere altri sbocchi lavorativi, in certi momenti, sarebbe stato determinante per il proseguo e per lo sviluppo della CTM.

La scelta, vista la disponibilità e qualità del personale, fu per la sistemazione delle aree verdi, parchi e giardini e quasi per conseguenza l'allestimento di una squadra che facesse i lavori edili abbinati ai precedenti e poi a quel punto ristrutturazioni, costruzioni ecc....

Andare ad effettuare la sistemazione di aree verdi per chi ha lavorato professionalmente nel bosco, al di là di una  specifica formazione, è   come chiedere al "chirurgo di tagliare le unghie al paziente" infatti per noi affrontare queste nuove situazioni è stato molto semplice e naturale anzi siamo entrati in un settore dove riusciamo ad essere molto più competitivi.  

L'impatto con l'edilizia invece, è stato ben più difficile in quanto le dinamiche di questo settore sono totalmente diverse da quelle del legno anche se la macchina amministrativa, già presente nella CTM, costituiva un ottimo punto di partenza anche per questa nuova attività.

A breve fu arruolato un caposquadra di ottima qualità e di comprovata esperienza in edilizia ed inoltre cominciammo una stretta collaborazione con tecnici di zona. Il primo anno fu di rodaggio ma già dal secondo arrivarono i primi risultati soprattutto perchè le regole che tutti ci eravamo dati erano quelle legate alla qualità del lavoro ed alla puntualità con i committenti , cose queste che spesso e volentieri vengono trascurate o talvolta anche dimenticate.

Ora, a distanza di qualche anno, abbiamo capito che queste scelte si sono rivelate sagge in quanto i due settori Forestazione/Edilizia alternano nell'anno momenti più o meno positivi e spesso si aiutano a vicenda.